Mont Brulé : Face N: "La Centrale"
{{ '2018-06-02' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Mont Brulé : Face N: "La Centrale"
{{ '2018-06-02' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: some

condition_rating: good

partial_trip: yes

quality: fine

Rating

5.1
TD-

heights

elevation min/max : 2008 m / 3498 m

elevation_access: 2100 m

height_diff: +1100 m / -1100 m

length_total: 10.0 km

Access

access_condition: cleared

snow

elevation_up_snow: 2200 m

elevation_down_snow: 2200 m

snow_quantity: good

snow_quality: good

glacier_rating: easy

avalanche_signs: danger_sign

participants

participant_count: 4

Fabrizio Mantovani, Fedora Roberto Lidia e Ricky

route_description

Come da relazione

weather and conditions


Giornata soleggiata e calda


Buone condizioni .Il ghiacciaio di Arolla presenta neve poco scorrevole ed abbastanza giallastra;fondamentale scendere presto per non trovarsi a spingere.

avalanches

Alcune scariche dai versanti più esposti a meridione.

timing

8.00 13.00

access_comment

È possibile arrivare ancora dopo il ponte un paio di Km circa dopo la centrale elettrica. Dopo mezz'ora circa di spallaggio. stando bassi sul greto del torrente che esce dal basso ghiacciaio di Arolla

personal comments

Erano stati presi accordi con altri per trovarci ad Arolla per fare il Dent de Bertol e quindi fare una parte del percorso insieme. Partenza da Parma all' una di notte, ritrovo con gli amici di Bergamo verso le 3.45; Nel caso fossi stato bene avrei optato per il Brulé. Purtroppo nessuno al posto stabilito. Arrivo alla base della bella parete ed i miei compagni di viaggio sono già circa alla metà. La stessa mi sembra in condizioni abbastanza problematiche, noto in fatti che Fedora traccia con molta fatica e gli altri dietro sfondano ancora di più; fa infatti molto caldo ed è già tardi. Pur essendo in grado di salire, considerando che avrei messo i soci nella condizione di dover aspettare almeno un paio di ore e di fare una discesa su un manto nevoso assai già deteriorato opto per tornare a valle con almeno la consolazione di aver già raggiunto la cima anni fa dal col collon. Sempre e comunque un grande ambiente.
Ne è valsa comunque la pena, ho rivisto posti frequentati in gioventù in compagnia del povero Cesare e mi sono messo alla prova con amici veramente molto forti.
Tornerò a farla con tempi a me più consoni.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • es
  • fr
  • eu
  • ca
  • de