Lagginhorn: Traversata Fletschhorn - Lagginhorn

  • Activities:
  • Min / max altitude:
    2728m / 4010m
  • Elevation gain / loss:
    +1600m
  • Difficulties height:
    600m
  • Configuration:
    glacier travel
  • Route type:
    loop / walk down to the base of the climb or hut
  • Duration:
    1 day
  • Slope:
    45°
  • Global rating:
    AD
  • Commitment grade:
    II
  • Quality of in-place protection:
    P4
Summits, passes, lakes and cliffs:
Lagginhorn  4010m r
Fletschhorn  3982m r
Huts, usual bivis and valley accomodation:
Access points:
Saas-Grund  1559m - r
Kreuzboden  2397m - r
Hohsaas  3100m - r
french
italian
germanenglishspanishcatalanbasque

Accesso alla Weissmieshuette

con impianti

Da Sass Grund con impianti di risalita fino alla stazione Kreuzboden, da qui alla Weissmieshutte in circa 0h30 su mulattiera. In alternativa si può salire fino alla stazione superiore di Hohsaas 3142m, dove funziona un rifugio-ristorante privato, accorciando la salita di 1h e di oltre 300 metri di dislivello.

a piedi

Da Sass Grund si sale lungo il sentiero raggiungendo la Weissmieshuette 2726m.

Salita

Dalla Weissmieshuette (2726m) prendere a N il sentierino che si abbassa leggermente per attraversare il torrente glaciale su un ponticello metallico . Verso destra seguire il sentiero ( ometti ) sulla morena sinistra orografica del Tälligletscher . All'estremità della morena una breve discesa conduce sui depositi morenici del ghiacciaio ( 1h ) ;  traversare andando verso sinistra  a NW , per portarsi velocemente fuori dal tiro della seraccata del Fletschorngletscher che incombe in alto a destra . Salire su sfasciumi  fino alla quota 3263m. , dove normalmente cominciano i nevai . Salire puntando allo stretto e ripido canale che permette di accedere al pendio soprastante  ( sovente può essere in ghiaccio - attenzione  cadute di pietre in caso di temperature elevate ). Raggiungere la quota 3527m. ( place de dejuner ) dove si mette piede sul Gruebengletscher ( 3h )  . Traversare il ghiacciaio a mezza costa salendo leggermente;  passare al meglio tra alcuni crepacci (neve e ghiaccio) per raggiungere una sella verso 3840m.  ( vista splendida sulla parete N) ; seguendo la cresta NW in poco meno di mezzora si tocca la sommità (3993m) (4h). Scendere sul Fletschornjoch 3694m. seguendo la cresta verso E : prima su neve , poi rocce facili quindi un largo pendio di  neve .
Attaccare la cresta NNE del Lagginhorn dal versante E , per un breve , ripido pendio ghiacciato ,  e seguirla fino al suo vertice tenendosi il più possibile sul filo . La roccia è abbastanza buona se ci si tiene sul filo , appena al di sotto è sfasciata e instabile .  Prestare attenzione  alle eventuali cornici  in principio di stagione ; in ultimo una elegante cresta nevosa conduce in punta (2,30h dal Fletschorn ).

Discesa

Direttamente dalla cima scendere il facile crestone WSW . Tracce di passaggio su nevai e sfasciumi conducono velocemente ad una facile cresta rocciosa . Seguirla restando più o meno sul filo . Giunti fino quasi alla spalla quotata 3450m. volgere a SE e mettere piede sul  Lagginhorngletscher. Scendere sotto Lagginhorn (attenzione alle cadute di pietre) traversare e raggiungere verso 3000m il sentiero che , seguendo la  morena sinistra orografica del ghiacciaio  riporta alla capanna ( 2,30h ).

Remarks:

Bellissima cavalcata in alta montagna , panoramicissima , di gran respiro . La salita al Lagginhorn per la cresta NNE si svolge su roccia a blocchi , con passaggi mai obbligati al massimo di III° ; non vi è grande esposizione . E’ preferibile mantenersi il più possibile sul filo ; al di sotto vi sono pericolose zone di roccia marcia .

Accesso :
Visp ( VS ) – Saas Grund – cabinovia sino a Krizbode
orari autopostale [quick view]
orario cabinovia [quick view]



Alloggio :
Weissmieshutten  SAC Olten  tel .  027 957 25 54 .

Poco oltre la Weissmiesshutte, seguendo la strada sterrata alla fine dei cannoni, superato il fiume a sinistra e prima della morena, si trovano molte piazzole per tende fatte di sabbia e con ottimi muretti a secco paravento.

Gear:

Materiale da ghiacciaio , qualche cordino o fettuccia .

External resources:
Walliser Alpen - D. Silbernagel, S. Wullschleger - 2013
IndicatorMap is loading. Please wait.

Click on thumbnail's top-right corner to see the picture's page, or its top-left corner to display the picture in its original size.

The text in this page is available under a Creative Commons CC-by-sa license.
The images associated to this page are available under the license specified in the original document of each image.
Version #6, date 19 July 2013