Baranco de Leyva: Carillo-Cantabella

  • Activities:
  • Main facing:
    SW
  • Global rating:
    D
  • Commitment grade:
    not filled in
  • Quality of in-place protection:
    P1
  • Free and required grade:
    6a
Summits, passes, lakes and cliffs:
french
italian
germanenglishspanishcatalanbasque
1342438021_1047438621.jpgView picture information
Baranco de Leyva - schizzo Carillo-Cantabella
1342438018_91662817.jpgView picture information
Baranco de Leyva - schizzo Carillo-Cantabella

Via moderna, attrezzata sistematicamente, su roccia per lo più ottima, con qualche bel passaggio e un andamento generalmente logico e lineare. Roccia ancora abbastanza integra, anche se coi primi segni di usura. Arrampicata per placche e muretti, estetica e divertente, mai fisica. Non è chiesta alcuna integrazione nel'attrezzatura.

Avvicinamento

Risalire la stradina pianeggiante, a lungo, fino a oltrepassare le prime strutture rocciose. Dopo oltre mezz'ora individuare a destra un sentierino che parte dal greto del torrente, in quel punto contraddistinto da un'arcata in cemento, e sale verso la parete principale. Abbandonarlo quando piega decisamente a destra, sotto le rocce e costeggiare la parete verso sinistra, fino ad aggirare una balza rocciosa, portandosi in un anfiteatro, al cui vertice parte la via. Targhetta in metallo. Un'ora scarsa di avvicinamento, due ore e mezza per la via, un'ora abbondante per tornare al parcheggio.

Via

Da completare...
Vedere schizzo.

Discesa

Sul versante opposto la barriera di Leyva è costituita da un dolce altopiano calcareo. La discesa consigliata è a piedi, proseguendo per prati in direzione sudest, fino a divallare a un colletto (ometti). Da qui per pietraia si torna sul versante della parete, scendendo per un valloncello che si abbandona verso metà, traversando per cengia a destra (viso a valle) e raggiungendo la base della parete, costituita da alcuni salti che costringono a zigzagare, inizialmente in salita e poi in traverso, fino a raccordarsi con la traccia utilizzata per l'avvicinamento. Soste non attrezzate per le calate.

Remarks:
  • 5 lunghezze
  • Impegno: via corta, con breve avvicinamento, facile discesa, ambiente solare
  • Attrezzatura: via moderna attrezzata a spit -  spittatura distanziata con tratti obbligatori (S2)
  • Roccia: calcare
  • Difficoltà: 6a // 6a D
  • Accesso stradale:  Dal confine italiano di Ventimiglia attraversare la Francia, lungo la rete autostradale, proseguire superando Barcellona e Valencia, raggiungendo dopo circa 1200 Km Calpe, il primo centro logistico dell'arrampicata nella zona. Proseguire in autostrada superando Alicante e Murcia. Uscire ad Alhama de Murcia; entrare nel caotico abitato, seguendo le indicazioni per la Sierra Espugna e il Baranco de Leyva. Usciti dal paese trascurare la prima deviazione a sinistra per il Parco e dopo alcuni km imboccare invece la seconda. Salire per tornanti, tralasciare la deviazione a destra per El Berro e proseguire, tenendo sempre la destra ai bivi successivi (indicazioni per Baranco de Leyva) fino alla strada sterrata che termina a una sbarra, dove si parcheggia. 190 Km da Calpe
Gear:

Due corde da 60 m, rinvii e cordini.

External resources:

C.Craggs, A.James ­ Costablanca ­ Ed. Rockfax

Route history:

J.Carillo, M.Cantabella - 1970

No outing is linked to the route.

Click on thumbnail's top-right corner to see the picture's page, or its top-left corner to display the picture in its original size.

The text in this page is available under a Creative Commons CC-by-sa license.
The images associated to this page are available under the license specified in the original document of each image.
Version #3, date 16 July 2012